Ci sono donne e ci sono sottosegretarie

Su La7 ieri c’era in collegamento la Santanchè. Si parlava di aziende che chiudono, che delocalizzano, che non esitano a spostare la produzione da una regione all’altra, mettendo dall’oggi al domani i lavoratori davanti al fatto compiuto e ad una scelta capestro: o accetti di farti 180 Km all’andata e 180 al ritorno o puoi stare a casa. Niente trattativa, niente discussione. Chi ha la proprietà dell’azienda decide, chi ci lavora obbedisce. In altre parole, parole antiquate, un po’ vintage, che non fanno in: il capitale comanda, il lavoro subisce. Però sono parole di verità.

In studio una donna, una  lavoratrice che dovrà accettare di andare a lavorare dalla provincia di Torino alla provincia di Milano, di consumare lunghe ore nei trasferimenti, lunghe ore sottratte alla famiglia, al tempo libero, alla vita.

E in collegamento un’altra donna, una sottosegretario salsignore a cosa, che dall’alto della sua posizione privilegiata (stiamo parlando di uno stipendio mensile maggiore di quello annuale della sua interlocutrice) si è permessa di usare tono e parole sferzanti.

Come dice Angelo D’Orsi su Micromega:

“La Santanché, specialista della rissa, già berlusconiana, poi antiberlusconiana, quindi superberlusconiana, ha blaterato, facendo uscire dalle labbra perfettamente disegnate da un compiacente lips-stylist, dicendo che lo sciopero era cosa obsoleta, che lei avrebbe “stretto i denti” (!?) e si sarebbe presentata regolarmente al lavoro tutte le sante mattine che dio manda in terra. Ad Assago. (Me la vedo!).”

Ci son donne un po’ così, inutili e dannose.


Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s