Che fortuna, Trezzano ha il suo Pgt. Palazzi e Centri Commerciali per tutti!

Perchè, come ha dichiarato il sindaco Tomasino, non si può stravolgere la vocazione edile del nostro paese. E i diritti degli operatori vanno difesi.

Parlare di edificare nuovi palazzi, aumentare il numero di alloggi che rimarranno invenduti, come invenduti sono ancora tanti appartamenti a Trezzano, è francamente incomprensibile.

Che i cittadini già sopportino traffico, cemento, centri commerciali e mancanza di servizi evidentemente non è un problema per il sindaco e la sua giunta; infatti la maggioranza in consiglio comunale ha votato compatta con il “leader”, accettando solo 7  delle più di 150 osservazioni avanzate dall’opposizione.

Come perfetti soldatini i consiglieri di Pdl, Lega, Fratelli d’Italia alzavano la mano votazione dopo votazione, rifiutando di correggere perfino le virgole e le congiunzioni, e naturalmente rifiutando di modificare cose ben più consistenti, addirittura ignorando il parere della Provincia che, come sappiamo, non è un covo di pericolosi bolscevichi. Eppure!

I nomi di chi si è opposto:

Partito Democratico:

Fabio Bottero      Leo Damiani      Jacopo Guastalla     Nino Russo

Trezzano Oltre:   Stefano Danesi

Controcorrente:    Francesco Russomanno    Giuseppe Amato

Udc:   Maurizio Romanò

Verdi:  Oliviero Camisani

Assente: Marotta

A FUTURA MEMORIA, i nomi di chi si è assunto la responsabilità di questo Pgt cementizio (oltre al sindaco Giorgio Tomasino):

Marco Di Stasio
Luca Sasso
Salvatore Stellato
Alberto Portaluppi
Giovanna Tommasini
Giuseppe Gaudio
Franco Carbone
Giorgio Ghilardi
Jonathan Vittorio Albanese
Poi mi sembra di ricordare che c’era anche un altro consigliere… uno entrato in consiglio comunale con i voti della coalizione di centro-sinistra ma che ha ben presto scoperto il fascino discreto di votare con la maggioranza… però non ricordo il nome…. no, non riesco a ricordarlo, questo nome… bè come diceva mia nonna “vuol dire che non è importante”.

 

Advertisements

9 thoughts on “Che fortuna, Trezzano ha il suo Pgt. Palazzi e Centri Commerciali per tutti!

  1. Cara Flavia, bentornata! Quando si affronta questo tema, e quando vedo usare il falso argomento dello sviluppo edilizio, che coinciderebbe con la cementificazione del territorio, ho già bella la risposta pronta, copio e incollo un commento di un conoscente FB che fa di mestiere l’imprenditore edile, siamo a Roma, ma ogni regione e ogni comune, in Italia su questo tema, è lo stesso paese. Ecco dunque a voi: “”Il punto non è “costruire nuove strutture, senno’ il settore edilizio entra in crisi”; l’edilizia potrebbe superare la crisi molto prima di altri settori, perchè Dio solo sa quanti possibili interventi di adeguamento alle norme vigenti si potrebbero fare SULL’ESISTENTE patrimonio edilizio pubblico e/o privato che sia; nel mio settore, quello delle manutenzioni esterne, il lavoro NON MANCA MAI ! L’unico problema potrebbe essere la scarsa circolazione di liquidità che mette in crisi le imprese: se la committenza non paga, a cascata vanno a monte tutti gli impegni con fornitori, INPS, INAIL, Cassa Edile Fisco, maestranze…
    Penuria di case ? Ma quanti vani sfitti e disabitati ci sono in giro per l’Italia che non vengono venduti o affittati per timore che crollino i prezzi di compravendita e locazioni ?
    Ma per favore ! A chi la contano ! E non è che i costruttori privilegino una parte politica piuttosto che un’altra: coop rosse o palazzinari ci sono da sempre e cavalcano la tigre di turno…
    È dai tempi di Ramsete II che il potere si identifica nella nuova edilizia per lucrare ed eternarsi….
    Scusate se mi sono dilungato, ma da addetto ai lavori che alla fine della fiera subisce o beneficia dell’andamento del mercato (ultimamente è un continuo subire…), questo è ciò che sentivo di dire… ”
    E penso si sia capito che il recupero, la ristrutturazione e la manutenzione siano il futuro certo dell’edilizia, come la difesa del suolo e delle acque lo è per l’ambiente… Non c’è bisogno di nuove costruzioni, a meno che non si faccia un continuo outlet da Roma a Firenze o da Roma a Napoli… E poi ? Game over…” E quindi, plauso a coloro che si sono opposti, in questo caso.

    • Grazie Paola, quello che vogliamo infatti non è far fallire le imprese ma dei Pgt meno banali, e che come dici tu il “recupero, la ristrutturazione e la manutenzione siano il futuro certo dell’edilizia, come la difesa del suolo e delle acque lo è per l’ambiente…”.
      Chi si è opposto ha tentato per un anno in commissione, e durante la maratona del consiglio comunale durata 3 giorni. Non ce l’hanno fatta perchè la maggioranza ha sempre avuto un voto in più, che si sappia.

      • 🙂 E quindi bravi. PS: anche l’ultima frase è la citazione di un commento dell’imprenditore anzidetto, io ho solo concluso con l’ultima riga! Se dài un’occhiata alla cronaca di Roma vedi che gli scempi attuati o tentati, sia in centro che in periferia, sono all’ordine del giorno.

  2. Flavia carissima, purtroppo quel nome che non ricordi e che io ho definito “Maurizio l’apolide” (come si sa “apolide” è uno senza cittadinanza, senza terra, radici e, in senso politico, senza riferimenti, ideologie e coscienza…),ha consentito alla maggioranza di centrodestra, e al suo “garrulo” degno sindaco, di poter approvare PER UN SOLO VOTO quel Pgt per il quale, subito dopo l’approvazione,è andata in scena un’indecorosa baraonda di braci e abbracci tra “vincitori” manco se avessero azzeccato una sestina al superenalotto. O forse si?….Comunque il bello comincia adesso, dal giorno dopo: dovranno sputare sangue su tre “affari” in particolare: l’area ex DeMalena per la quale ho chiesto, a nome del Pd, un concorso di idee per trasformarla in luogo di aggregazione sociale e di servizi per la cultura e il tempo libero; il nido di via Fogazzaro, che vogliono smantellare e trasferire in via Marchesina per liberare alla speculazione quell’area “specialissima”, da oltre 30 anni, per i più piccoli cittadini di Trezzano; l’area Brenntag su cui resta ancora il mistero se resterà e, addirittura si svilupperà, malgrado si tratti di azienda classificata “ad alto rischio ambientale” o se sarà oggetto di un’altra colata di cemento…”Ci rivedremo a Fiippi!!!”…

  3. Ovviamente tutto e’ perfettibile quindi orso questo e’ lo start up perfettibile ed integrabile il resto SOO SOLO CHIACCHIERE che lascino il tempo che trovano.
    A proposito anche l’opposizione aveva un fantasma che non e’stato nemmeno visto da Te. Che guarda caso ha sempre presentato giustificazione ma il sabato ha sempre votato con l’opposizione. Ora quando questo sta scritto e sarà sempre la traiettoria, mentre il meglio, la viabilità sarà il meglio ed allora vedremo che le cchiacchiere starano a ZERO
    Con rispetto per coloro di cui riconosco la onestà intellettuale

    • Giorgio non avrai mica riscoperto l’ermetismo con una settantina d’anni di ritardo? Geniale e assolutamente insuperabile quel verso che suona: “Ora quando questo sta scritto – e sarà sempre la traiettoria – mentre il meglio – la viabilità sarà il meglio – ed allora vedremo”. Al confronto La Mattina di Ungaretti (“M’illumino d’immenso”) sembra una composizione da scolaretto…Complimenti, continua così…E che dire di quel “lo start up perfettibile- ed integrabile – il resto sono solo – chiacchiere che “lascino”- il tempo che trovano”. Sublime…

      • Ovviamente me lo aspettavo da TE Nino, ma vedi ti ricordo che il PGT riguarda un sistema completo, il SISTEMA PAESE e non tre parti che sono sempre comunque oggetto di focalizzazione particolare da parte di chi continua a perseverare a tenere sottocchio Zone che sono ai confini della realtà e lo sono sempre state da più di 30 anni.

        L’asilo di FOGAZZARO ne è l’esempio di una costruzione fuori dall’agibilità del paese, un a piccola cattedrale nel deserto, efficientissima certamente ma dove anche anni fa le mamme del Quartiere ZINGONE e degli enclavi prima del naviglio che portavano i figli dovevano correre per il nido sotto la Tangenziale ed irraggiungibile con accesso tortuosissimo sentendosi dire dal’amministrazione di allora “ma qui ci sono posti liberi ” ora è meglio che i servizi siano piu agibili e quindi e si deve pensare al futuro per il MEGLIO e l’ottica del PGTU farà la sua parte.

        Per quanto attiene alla DE MALENA l’atteggiamento dell’opposizione è Bersaniano nel senso che, senza proposte, volete vedere cosa fare poichè anche in passato LA PASSATA AMMINISTRAZIONE voleva “a nome del Pd, un concorso di idee per trasformarla in luogo di aggregazione sociale e di servizi per la cultura e il tempo libero” ma ad ESSI si volevano attaccate costruzioni di oltre 15 piani che ora non sono previsti.

        Il resto BRENTAG e COMPANY sono anni che l’opposizione dei vari momenti li vuole sfrattare e le maggioranze dei vari momenti pensano ai lavoratori BRENNTAG

        Se così vogliamo proseguire possiamo fare pervenire al presente BLOG l’elenco di tutte le decisioni che sono state prese con l’appoggio di parte e di tutta l’opposizione ed anche quello con la completa contrarietà.

        L’opposizione si è fatta valere nel suo ruolo con tutte le regole ammissibili, ma non ha avuto lo stesso comportamento nel giudicare il fantasma del CONSIGLIO comunale che è sempre stato assente ma è arrivato in una seduta ed ha votato sempre contro la maggioranza e che nessuno della maggioranza si è sognato di definirlo l’aggiunta dell’opposizione riconoscendo a lui la discrezionalità di decidere.

        Lo stesso atteggiamento sarebbe auspicabile venisse riconosciuto da parte dell’opposizione anche allo stesso MAURIZIO al quale è dovuto il rispetto allo stesso modo che l’opposizione hatributato al FANTASMA.

        E al termine di quanto su indicato e dovuto, riconosco rispetto e riconoscenza alla Signora FC, della quale io personalmente riconosco la sua delicatezza nel dare voce a tutti quelli che vogliono esprimere la loro opinione e pertanto ad essa vorrei segnalare l’ascolto le presente WEB

        ed augurare buona PASQUA Francescana.

  4. Sì il nido di Via Fogazzaro è lontano per le mamme di Zingone, infatti c’era un accordo che insieme ai palazzi di Via Brunelleschi si doveva costruire anche il secondo nido comunale per l’utenza di quella zona… o no? In effetti doveva già essere pronto… che fine ha fatto?Ci vuole informare in proposito? Buona Pasqua anche a lei (però ci dica del nido di Via Brunelleschi, con comodo).

  5. Pingback: PGT a Trezzano: cronaca di un’agonia | P.D. Trezzano

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s